Arte & cultura

Tower Bridge ed il Ponte Mobile di Ravenna

Tower Bridge

La storia del Tower Bridge

Il Tower Bridge è uno dei più famosi ponti londinesi lungo le rive del Tamigi. Costruito tra il 1886 e il 1894, è considerato un ponte mobile relativamente giovane. Esso prende il suo nome dal collegamento che effettua, ovvero tra il distretto di Southwark e la Tower of London, l’antica torre di prigionia della città. Si tratta comunque di uno dei ponti apribili più rapidi mai visti, difatti la sua velocità di apertura è stimata intorno ai 90 secondi. Sebbene il ponte a lui vicino, il London Bridge, sia di nomea più famosa, il Tower Bridge vanta anche percorsi museali. Potrete trovare alcune delle sue attrazioni disponibili tra le numerose offerte della London Pass. Se siete turisti o residenti italiani, non dovreste farvi mancare una visita simile

Le differenze con il nostro Ponte Mobile di Ravenna

Per quanto io abbia viaggiato, non c’è un paese che io abbia visitato così bene quanto l’Italia. Mi sono affacciato in quasi tutte le sue città, letteralmente. Vi confesso che anche noi abbiamo un Ponte Mobile come il Tower Bridge e si trova sul Canale Candiano a Ravenna. Numerose sono le differenze tra queste due infrastrutture e la prima è legata appunto alla velocità di apertura. I 90 secondi del Tower Bridge sono irraggiungibili dal ponte emiliano, il quale impiega tra i 10 e i 15 minuti. Inoltre è anche l’aspetto in sé ad essere completamente diverso. Il Tower Bridge offre delle torri in cui poter salire e delle scale per scendere nelle profondità dei meccanismi. Il Ponte Mobile di Ravenna è sostenuto da possenti cavi, ma oltre alla sua funzione non offre location da poter visitare. Sono entrambi due strumenti funzionali, ma quello inglese è anche museale.

Tower Bridge

Ponte Mobile a Ravenna

Il museo del Tower Bridge

Una delle principali attrazioni del Tower Bridge infatti è quella che viene chiamata Pavimento di Vetro. Parliamo di una passeggiata sul lato superiore del ponte, che ce lo fa attraversare tramite dei corridoi posti in cima, il cui pavimento è completamente trasparente. Un’esperienza unica che permette di vedere dall’alto il traffico pedonale e automobilistico del ponte, ma dà la possibilità di mirare il Tamigi da un’altezza considerevole. Il museo comunque prosegue poiché dopo l’attraversamento della passeggiata si può avere accesso alle sale macchine Vittoriane che rappresentano il cuore della struttura. Si tratta di un tuffo in quello che è il meccanismo portante del ponte e in quella che è la sua storia di realizzazione. Un ponte unico al mondo, come anche quello nostrano. In questi dettagli possiamo e dobbiamo sempre scorgere la vicinanza delle due nazioni in cui viviamo.

Tower Bridge

Sala Macchine

Pasquale Scalpellino

Autore: Pasquale Scalpellino

Pasquale Scalpellino nasce a Napoli nel 1992. Da sempre amante di quello che è il panorama scientifico, riesce a scoprire la propria passione per la scrittura e la letteratura a pochi passi dall’essere maggiorenne. Intraprende quindi una carriera da giornalista di cronaca, che lo porterà ad addentrarsi dopo anni in quello che è il mondo del web content, del ghostwriting e della scrittura creativa.

Tower Bridge ed il Ponte Mobile di Ravenna ultima modifica: 2018-02-15T13:27:19+00:00 da Pasquale Scalpellino

Commenti

To Top