LONDRA

La storia di Madame Tussauds e le sue cere: la sede di Londra

Museo delle cere di Madame Tussauds, Londra

Leonardo di Caprio, la Regina Elisabetta II, George W. Bush e i mitici Beatles. Cos’hanno in comune tutte queste personalità? Beh, sono figure storiche e politiche di una certa importanza, e attori di fama internazionale, oltre che idoli musicali indiscussi. Non solo, potete vederli (e, perché no, fare dei selfie con loro) semplicemente andando nel celebre e meraviglioso…museo delle cere di Madame Tussauds di Londra, dove la fantasia diventa realtà! Scopriamo insieme la sua storia.

La storia di Madame Tussauds

Nel mondo esistono, disseminati un pò ovunque, i musei di Madame Tussauds, e la sede più famosa è di certo quella londinese. Ma chi era questa misteriosa donna? Come nacque la sua passione per le statue di cera? Tutto iniziò nel lontano 1761, quando la piccola Marie Grosholtz vide la luce a Strasburgo. Suo padre, valoroso militare, morì mentre serviva la nazione, e la piccola artista dovette trasferirsi con la madre. Questa lavorava come domestica presso un noto medico, il Dottor Philippe Curtius, che, durante le sue lezioni, adoperava modellini di cera per riprodurre le parti anatomiche del corpo umano. La bambina rimase colpita dal talento dell’uomo, al quale si affezionò talmente tanto da chiamarlo zio. Successivamente il medico andò a Parigi, dove mise in piedi un vero e proprio laboratorio per la produzione di figure in cera.

Riproduzione a Londra di Madame Tussauds

Una riproduzione in cera di Madame Tussauds, con accanto la Bella Addormentata

Nel 1767 Marie e sua madre si recarono dal Dottor Curtius, e in quel periodo ci furono diverse mostre ad opera del talentuoso artista. Accorsero moltissimi visitatori, tanto che la sede dovette spostarsi al Palais-Royal. Da quel momento Curtius insegnò a Marie l’arte della modellazione della cera, poiché la fanciulla non aveva mai smesso di esserne avidamente attratta. Fin da subito Marie si dimostrò abile nel lavoro, e scelse come suo primo soggetto da rappresentare Jean-Jacques Rousseau, nel 1778. Diede vita anche a dei modelli di Voltaire e Benjamin Franklin, creando delle autentiche opere d’arte. Nel 1802 lasciò Parigi per raggiungere l’Inghilterra, accompagnata dai suoi magnifici manufatti. Da questa particolare collezione, nacque quello che oggi è conosciuto come Museo delle cere di Madame Tussauds, nel cuore della capitale britannica.

Il Museo delle cere di Madame Tussauds: la Londra di oggi

Prima di trovare pace e fama a Londra, Marie si trovò spesso a contatto con la morte. A quel tempo si sentiva pressante e vigorosa la violenza della Rivoluzione francese, tanto che la donna fu obbligata a realizzare delle maschere mortuarie, ricavandole dalle teste decapitate delle vittime della ghigliottina. Nonostante tutto, però, la ragazza trovò anche l’amore: convolò a nozze con un ingegnere civile, François Tussaud, dal quale prese chiaramente anche il cognome. La sua vita scorse tranquilla, fin quando suo nipote non comprese l’enorme portata delle sue opere. Joseph Randall Tussaud si impegnò infatti a curare la sistemazione delle collezioni di Madame Tussauds in una sede di Baker Street, nel 1884.

Nel museo delle cere di Madame Tussauds c'è la famiglia reale (quasi) al completo

Nel museo delle cere di Madame Tussauds c’è la famiglia reale (quasi) al completo

Oggi il museo delle cere si trova in una posizione adiacente all’ex Planetario di Londra, del quale si scorge la verde cupola. Il museo venne inaugurato nel 1958 dal Duca di Edimburgo, e dal 2010 ospita l’attrazione Marvel Super Heroes 4D. Al suo interno si possono trovare tantissime riproduzioni di personaggi famosi, realizzate in maniera impeccabile: sembra infatti che queste figure siano reali, altro che statue di cera! Visitandolo, vi imbatterete nella copia esatta della Regina Elisabetta II, ma anche del presidente Barack Obama e del mitico Micheal Jackson. Non perdete l’occasione di visitare uno dei luoghi più affascinanti e pop di Londra, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 16, e dalle 9 alle 16 il sabato e la domenica. Diventate parte di quei 3 milioni di visitatori che, ogni anno, non smettono di amare questo fantasmagorico museo e le sue bellissime opere!

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

La storia di Madame Tussauds e le sue cere: la sede di Londra ultima modifica: 2019-02-01T09:00:08+01:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top