itLondra

STORIE

La sanità italiana, eccellenza e spirito di sacrificio

La Sanità Italiana- un giovane medico

La sanità italiana, in questo momento, è sottoposta ad un immane sforzo. Tutto il paese, insieme a medici ed infermieri che sono in prima linea, sta affrontando la crisi sanitaria più grande del dopoguerra. Ma l’Italia, quando si tratta di umanità, sale in cattedra.

La prima università di medicina nasce a Bologna nell’anno 1088

La Sanità -Università Di Bologna- la prima facoltà di medicina
Bologna la sede della più antica università del mondo

Potremmo cominciare con il dire che la sanità italiana è la quarta al mondo, in una classifica di Bloomberg del 2018, eccellenza tra le altre eccellenze mondiali. Potremmo dire che è tra le più avanzate sanità pubbliche, perchè la medicina moderna così come la concepiamo è nata a Bologna che ha istituito la prima università nel 1088, ma cominceremo col senso di umanità che distingue i medici e il personale infermieristico italiano.

La sanità e il sacrificio

Che diventare medico richiede la vocazione non è un mistero, ma trovarsi ad affrontare un’emergenza come il sistema sanitario sta facendo richiede uno spirito di sacrificio che solo nei tempi di guerra viene richesto. Ed oggi siamo in guerra con un nemico invisibile. Il nuovo coronavirus sta facendo vittime in ogni parte del mondo e in particolare purtroppo in Italia. Una domanda che in questi giorni molti di noi si fanno è :”Se mi ammalassi, dove vorrei essere curato?” La risposta non ha dubbi: in Italia. Senza nulla togliere agli altri paesi, ce ne sono che si distinguono ovviamente, ma noi abbiamo qualcosa che gli altri non hanno, mettiamo al centro la persona, non l’economia. Come Leonardo ha rappresentato molto bene con l’uomo vitruviano. I medici, come Leonardo da Vinci, vedono la bellezza dell’essere umano e umani.

La compassione e lista dell’addio

La chiama così il personale sanitario, perchè oltre a prendersi cura dei malati h24 in terapia intensiva, il personale ha la compassione di non lasciare morire da soli i pazienti. Così hanno la “Lista dell’addio”, i malati soprattutto anziani, supplicano di poter chiamare figli e nipoti per dirgli addio. Perchè questo virus, dicono i medici, ti lascia lucido fino all’ultimo, si muore in modo terribile, da soli senza il conforto dei familiari. E i cellulari dei medici e infermieri diventano l’ultimo atto di compassione che questi eroi della quotidiana battaglia fanno. Un’infermiera ha dichiarato “basterebbe qualche ipod in più” per lasciargli vedere i familiari , ma abbiamo solo i nostri telefoni per l’ultimo saluto.

La sanità che in Italia funziona

Come somministrare medicine, assistere con i macchinari, prendersi cura del corpo, il personale medico si prende cura anche dell’anima. L’eccellenza e la marcia in più degli italiani è proprio questa. Mentre in Inghilterra e negli altri paesi del mondo iniziano adesso a prendere misure stringenti, in Italia all’Ospedale Spallanzani di Roma e al Sacco di Milano, sono avanti anni luce. Perchè noi italiani, ormai al di la di ogni ragionevole dubbio in emergenza funzioniamo alla grande. Diamo il meglio quando c’è il peggio. In questo momento, a Roma e a Milano, vengono ultimati interi reparti ex novo e due ospedali da campo saranno pronti in una settimana.

La Sanità- Ospedale Ex Novo per affrontare l'emergenza coronavirus
In Lombardia approntati in pochi giorni nuovi ospedali attrezzati per fronteggiare l’emergenza

Fermiamoci un attimo a pensare a quali risultati otterremmo se lo facessimo nell’ordinario e non nelle catastrofi. Saremmo un paese di emigranti?

Le regioni in prima linea

Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, sono le regioni più colpite dall’emergenza e ci sono medici, di queste regioni ormai al collasso, che non vedono le famiglie e non conoscono riposo da settimane. I segni delle mascherine sul viso, dormono come possono, mangiano pizze che vengono offerte a gara dai cittadini. E si contagiano e si ammalano, anche loro. Ma questo non li fa indietreggiare, non gli fa sorgere dubbi, non gli viene nemmeno in mente di averne. Questi siamo noi, il mondo ci ha visto. Possiamo sbandierarlo orgogliosamente, Il nostro sistema sanitario è come Enea che ha preso sulle spalle il padre Anchise. E’ stato capace di prendere sulle spalle un intero paese.

La sanità italiana, eccellenza e spirito di sacrificio ultima modifica: 2020-03-20T09:00:00+00:00 da Mara Austen Diamanti

Commenti

To Top