ITALIANI A LONDRA

Raccontiamo la vera Londra: trovare casa

Trovare Casa

Una volta atterrato

L’italiano a Londra raggiunse il suo bed and breakfast, il quale economicamente aveva prenotato e pagato per 2 settimane. Non aveva amici a Londra, non aveva parenti e non aveva contatti di alcun tipo, quindi quella era stata l’unica possibilità che c’era per potersi trasferire. Altrimenti non avrebbe potuto in alcun modo cercare di compiere questo grande passo. La stanza era bella, il personale era cordiale e l’intero posto era comunque pulito e privo di problemi. L’italiano a Londra però sapeva che 2 settimane sarebbero volate e che quindi sin dal primo istante avrebbe dovuto mettersi all’opera per trovare casa a Londra.

Trovare Casa

Trovare casa da soli

Non è così semplice come possa apparire, soprattutto quando ci trasferisce in un’altra nazione. Ma il ragazzo in questione non voleva in alcun modo demordere, anche perché quella era l’occasione della sua vita. Voleva ricominciare, voleva cambiare vita e voleva farlo trasferendosi altrove. La prima cosa che fece fu quella di inviare milioni di email a tutte le camere singole disponibili sui siti delle agenzie di case e stanze in affitto. Gumtree fu uno dei portali su cui trovò più occasioni, anelando stanze a buon prezzo anche situate in ottime zone della city. La sua speranza crebbe di parecchio durante quei pochi giorni che trascorsero. Eppure nessuno rispose in modo immediato ed altre persone chiesero reference che lui non possedeva, essendo atterrato in quel paese da pochi giorni. Si sentì perso… ovviamente.

Gruppi facebook, community e siti web

Fu su questi che si fiondò quando le cose cominciarono a ritornare indietro con esiti negativi. Si iscrisse su tantissimi gruppi facebook e community di gente italiana a Londra. Si iscrisse su forum e contattò siti con tematiche riguardanti gli italiani che si trasferivano all’estero. Furono tante le persone che risposero alle sue domande, fornendogli contatti e numeri di telefono appartenenti ad agenzie affitta-camere, gestite da italiani o addirittura pensate proprio per chi si è appena trasferito e non possiede reference.

Trovare Casa

Quello che non bisogna dimenticare quando ci si trasferisce all’estero è che esistono tantissime persone pronte ad aiutare.

Il giorno seguente l’italiano trasferito a Londra fissò alcuni appuntamenti per vedere e affittare una camera singola. Alcune erano tremendamente invivibili o condivise con troppe persone che della casa non si prendevano cura. Ma tra le tante ce n’erano alcune affittabili, magari dandosi qualche pizzico sulla pancia. Trovare casa a Londra non è una passeggiata, soprattutto se non si è disposti a fare qualche sacrificio. Lui però aveva un sogno, quindi scelse la stanza migliore e decise di affittarla. Gli chiesero un deposito di due settimane. Lo aveva previsto, difatti, prima di prendere il proprio aereo, aveva accumulato un discreto gruzzoletto per eventualità simili. Prima di trasferirsi è di vitale importanza avere un fondo cassa per coprire le spese improvvise e necessarie, ma è di vitale importanza anche comprendere che le prime stanze e case in cui si va a vivere sono solo temporanee e che quindi bisogna sacrificarsi e ritagliarsi il tempo necessario per trovare un alloggio migliore. Potrebbero essere mesi, ma non bisogna demordere. Anche perché la propria e definitiva casa prima o poi salta fuori. Non abbiate paura di trasferirvi, esattamente come fece quell’italiano a Londra di cui vi ho parlato. Anche perché quel ragazzo lì… sono  io.

Pasquale Scalpellino

Autore: Pasquale Scalpellino

Pasquale Scalpellino nasce a Napoli nel 1992. Da sempre amante di quello che è il panorama scientifico, riesce a scoprire la propria passione per la scrittura e la letteratura a pochi passi dall’essere maggiorenne. Intraprende quindi una carriera da giornalista di cronaca, che lo porterà ad addentrarsi dopo anni in quello che è il mondo del web content, del ghostwriting e della scrittura creativa.

Raccontiamo la vera Londra: trovare casa ultima modifica: 2018-05-26T09:45:51+00:00 da Pasquale Scalpellino

Commenti

To Top