ITALIANI A LONDRA LONDRA

La speranza in una triste storia italiana, il Griffino Restaurant

La speranza

La speranza delle attività commerciali italiane

Quando giro per Londra, in cerca di distrazioni o in cerca di un posto dove poter mangiare e trascorrere qualche oretta, spesso incappo in esercizi italiani. In ogni luogo, grande o piccolo che sia, sconosciuto o trafficato, è possibile ritrovare un angolo italiano. Una pizzeria, un ristorante, un bar, un negozio di souvenir o altro, c’è sempre un’attività commerciale nostrana. Mi capita così spesso che dovrei esserci ormai abituato, ma puntualmente resto sorpreso e felice di vedere un compaesano che ce l’ha fatta. La speranza è quella che viene trasmessa. La speranza e la gioia di vedere un altro italiano come me, che trasferendosi è riuscito a farcela aprendo il proprio negozio in Inghilterra.

Il Griffino Restaurant a Nord-Est di Londra

Tempo fa abitavo nella zona Nord-Est di Londra poco più su della famosa Woodgreen. Amavo passeggiare per quelle vie ed amavo frequentare i luoghi che c’erano. Conoscevo tantissime persone e con molte di esse avevo dei veri rapporti di amicizia. Avevo imparato così bene le fattezze del posto che sapevo della presenza di ogni negozio possibile. Un giorno però ne vidi uno nuovo, uno diverso, si chiamava il Griffino Reastaurant ed era un piccolissimo ristorantino italiano. Ne rimasi sorpreso ovviamente, ma ne fui profondamente felice poiché adesso potevo mangiare in un ristorante italiano vicino casa mia. La sera che decisi di andarci, la mia ragazza era con me. Entrammo con disinvoltura lasciandoci ammaliare dall’odore della pizza e dall’insegna colorata come la bandiera italiana. Salutammo il personale e ordinammo due pizze margherite. Il ristoratore capì subito che eravamo italiani e quando ci portò le nostre ordinazioni si fermò a chiacchierare. Si chiamava Robert e aveva aperto quell’attività da pochi giorni. Era inglese, ma più di dieci anni prima si era sposato con una donna italiana vivendo a Venezia per tutto il tempo del suo matrimonio. Tornare in Inghilterra e aprire quella ristorantino con sua moglie era la loro scommessa per il futuro.

La speranza

La speranza italiana nella tristezza

Il locale chiuse dopo neanche un mese ed io me ne rammaricai inevitabilmente. Forse la qualità del cibo non era delle più alte e stellate, ma il posto era più che accogliente e godibile. Mi rattristai a vedere quell’insegna spenta e quel locale sbarrato dopo così poco tempo e mi chiesi quali fossero i motivi di quell’avvenimento. La risposta la ebbi alcuni giorni dopo, quando per caso incontrai Robert per strada. Mi spiegò che in un mese non erano riusciti a guadagnare neanche un pound e che avevano avuto tantissime perdite economiche. Tristemente avevano dichiarato bancarotta. La loro avventura non era finita lì però. La chiusura era stata effettuata prima che tutto fosse perduto e con il budget avanzato avevano tentato un colpo di fortuna. L’apertura di un altro ristorante simile in terra italiana, ovvero in provincia di Venezia. Fui colto dalla felicità per quella notizia. Il Griffino Restaurant non era deceduto, aveva soltanto cambiato sede! Perché noi italiani siamo così, noi italiani viviamo di speranza senza mai arrenderci. Se una tentativo va male in un posto, non resta da fare altro che tentare da qualche altra parte. Esattamente come quelli che come me si trasferiscono a Londra.

 La speranza

Pasquale Scalpellino

Autore: Pasquale Scalpellino

Pasquale Scalpellino nasce a Napoli nel 1992. Da sempre amante di quello che è il panorama scientifico, riesce a scoprire la propria passione per la scrittura e la letteratura a pochi passi dall’essere maggiorenne. Intraprende quindi una carriera da giornalista di cronaca, che lo porterà ad addentrarsi dopo anni in quello che è il mondo del web content, del ghostwriting e della scrittura creativa.

La speranza in una triste storia italiana, il Griffino Restaurant ultima modifica: 2018-06-25T11:19:29+00:00 da Pasquale Scalpellino

Commenti

To Top