Arte e cultura

Il tempio di Mitra a Londra: antichi culti e nuove scoperte

Londra, vista del tempio di Mitra

Gloria eterna all’Impero Romano, a cui appartiene quasi tutto ciò su cui si può posare lo sguardo. Antiche spoglie di edifici e manufatti riemergono dalla terra come tesori inaspettati, testimoniando silenziosamente gli eventi della nostra storia. Ovunque è possibile ammirare acquedotti, fori, monumenti e sculture, fregi degli ancestrali fasti di questa possente civiltà. Tutto il mondo gode di tanta bellezza, e anche Londra non fa eccezione: qui infatti è conservato uno dei templi del Dio Mitra!

Londra e il tempio di Mitra: la scoperta

A Londra nel 1953, durante alcuni scavi, furono rinvenuti i resti di un antico tempio, il Mitreo. Costruito intorno al 240 d.C., il Mitreo attirò in poco tempo moltissimi visitatori e curiosi, grazie anche alla valenza storica oltre che estetica di tale rivelazione. In realtà quella zona era stata destinata ad un grattacielo, e il santuario avrebbe rischiato di essere demolito. La forte voce dei cittadini si fece sentire, tanto da giungere all’illustre orecchio del primo ministro di allora, Winston Churchill. Le difficoltà tecniche, purtroppo, causarono in ogni caso un cambiamento rispetto all’assetto originale.
Il Mitreo fu spostato dalla sua sede, e venne ricostruito a 100 metri dal luogo del ritrovamento. Vi rimase fino al 2011, quando l’imprenditore statunitense Michael Bloomberg acquistò sia l’area dove era stato ricostruito il tempio, sia quella del reperimento.

Il Tempio di Mitra a Londra, navata centrale

Il tempio di Mitra, nella sua atmosfera tetra e suggestiva

Aveva compreso il suo valore culturale, e voleva preservarlo. Quello che venne poi battezzato Bloomberg building fu infatti concepito con l’intento di realizzare una precisa ricostruzione del tempio di Mitra. Il museo è il frutto dell’intenso e accorto lavoro dello studio di design Local Projects, specializzato in narrazioni e rappresentazioni ad impatto emozionale. Il culto di Mitra rappresenta uno dei maggiori culti di epoca imperiale, e svariate sono le testimonianze che attestano la sua fama.
Mitra era una divinità di origine persiana, e gli adepti che lo veneravano erano principalmente uomini influenti della società, appartenenti ad un élites del tardo impero romano. Erano principalmente soldati, commercianti, amministratori, burocrati, mercanti e schiavi liberi. I riti relativi a questo credo erano tenuti segreti, e dalle indagini storiche si è evinto che fossero rituali sacrificali con diverse cerimonie di iniziazione.

La struttura e i servizi

Il Mitreo ospitava i seguaci del dio, e veniva allestito in caverne tenebrose. Il museo di Londra dedicato si sviluppa su tre livelli. Al piano terra si può ammirare un’installazione artistica di Isabel Nolan, legata proprio alla storia del tempio. Vi sono conservati moltissimi manufatti di epoca romana, che furono rinvenuti durante gli scavi. Il secondo piano invece permette di scoprire i segreti del culto misterico, e di osservare il santuario posto a livello seminterrato (a sette metri di profondità). Vi si giunge tramite una discesa piuttosto ripida, attraverso una scalinata rivestita in pietra nera. Ciò che sorprende di più di questa esperienza è che vi sono giochi di luci e ombre molto suggestivi, che proiettano perfettamente il visitatore nell’atmosfera antica ed esoterica del mitraismo.

Tempio di Mitra a Londra, Mitra che sacrifica il toro

Il dio Mitra raffigurato mentre trucida a mani nude un toro, per i suoi riti

Sembra quasi che le sue spoglie riemergano dal sottosuolo come un fiore di loto che si fa strada tra le ingombranti ninfee. Vi è poi una scena nell’abside, che mostra il dio che uccide un toro, per officiare il rituale. Il suono di sottofondo che si può ascoltare non è altro che la lettura di alcuni nomi di iniziati, e si odono rumori di sandali che si trascinano.
Se volete partecipare anche voi a questa fantastica esperienza, non dimenticate gli orari di apertura: chiuso tutti i lunedì, il museo è visitabile dalle 10 alle 18 per il resto della settimana (tranne la domenica, dalle 12 alle 17). In questo luogo magico la tradizione e la cultura assumono un ruolo di rilievo, conservando reperti e raccontando una storia: la nostra.

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

Il tempio di Mitra a Londra: antichi culti e nuove scoperte ultima modifica: 2019-04-16T09:00:15+01:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top