ITALIANI A LONDRA

Intervista a Padre Carmelo, il prete degli italiani a Londra

Padre Carmelo di Giovanni-Processione Madonna Del Carmine

Un sacerdote considerato ribelle ai suoi  tempi, Padre Carmelo di Giovanni, trasferito a Londra negli anni ’70 per un breve periodo, ci resta per 4 decenni. L’apostolato tra i poveri e gli emarginati della società, parroco di San Pietro agli italiani, tutta la sua vita è stata spesa al servizio degli altri. In questo breve incontro ci racconta l’evoluzione della vita degli italiani dal suo arrivo, al suo ritorno in Italia.

L’annuncio del Vangelo in una vita pratica

Ho lasciato un messaggio a Padre Carmelo Di Giovanni per chiedergli quando potevo chiamarlo per un’intervista senza disturbare, invece mi ha richiamato direttamente lui, con la massima semplicità. Sono rimasta sorpresa, in genere oggi le persone sono molto impegnate e si dimenticano anche solo di rispondere ai messaggi. La sua risposta è stata:… “Io no figlia mia, io richiamo sempre chi mi cerca”.

Padre Carmelo Di Giovanni è una figura di riferimento per la comunità italiana a Londra

it.Londra: Padre Carmelo, grazie per aver accettato di fare quest’intervista, qui a Londra ha molti amici e sentire che tutti parlano di lei con immenso affetto è testimonianza di fede.

Padre Carmelo di Giovanni, parroco a Londra per oltre 40 anni

St. Peter’s italian Church, i Pallottini ne sono custodi dal 1848

P. Carmelo: Non so che dire, mi fa piacere…
it.Londra:
Caro padre, ha trascorso una vita a Londra, cosa mi può dire di St. Peter, la chiesa di cui è stato parroco per tanto tempo?
P.Carmelo
: Posso dire che è una chiesa frequentata e molto rispettata anche e soprattutto dagli inglesi. St. Peter non è stata sempre “degli italiani”,  era nota come “Chiesa di tutte le nazioni”, la presenza di tutti gli immigrati in maggioranza polacchi e irlandesi, era molto forte. Gli italiani sono arrivati dopo, le celebrazioni e la devozione alla Madonna del Carmelo sono molto sentite. Il giorno della processione è una Little Italy, ti sembra di essere a casa.
it.Londra: Invece gli inglesi che tipo di fede vivono?
P.Carmelo: Hanno una fede forte, hanno sofferto la persecuzione, in un certo senso la danno meno per scontata. Noi siamo più abituati.
it.Londra: Che città ha trovato al suo arrivo e come l’ha lasciata?

Padre Carmelo Di Giovanni durante una catechesi

Padre Carmelo Di Giovanni, sacerdote della Società dell’Apostolato cattolico,  fondata da San Vincenzo Pallotti

P. Carmelo: Quando sono arrivato Londra era una città ricca, non era ancora entrata nel mercato comune, per entrare dovevi avere il visto e se non dimostravi di avere dei soldi ti mandavano via. Oggi è tutto diverso, tanti ragazzi che ho conosciuto e che ho sposato, si sono creati una famiglia, ora hanno lasciato Londra e si sono trasferiti in varie parti del mondo, molte persone hanno paura della Brexit e hanno preferito andarsene. Probabilmente in Inghilterra tutto tornerà come era prima.

Padre Carmelo Di Giovanni, un sacerdote che conosce da vicino la povertà

it.Londra: Che significa essere poveri a Londra ed essere poveri in Italia, c’è una differenza?
P. Carmelo: Si che c’è differenza, c’è più dignità rispetto all’Italia. In Inghilterra la politica sociale è molto forte, sostiene più che in Italia e di questo in molti si sono approfittati, ci sono stati abusi da parte di tutti, italiani compresi, l’inglese è un popolo che si fida. Se ti chiedono nome e cognome non pensano che potresti mentirgli (pur di prendere il sussidio) invece è stato fatto e a tutti i livelli, ora gli inglesi sono stanchi di tutto questo.
it.Londra: Quindi è questo il reale motivo della Brexit?
P.Carmelo: Questo non lo so ma so che prima dell’ingresso nell’unione europea le cose andavano bene, dopo l’ingresso nel mercato comune con la libertà di circolazione è arrivata la droga, l’aids.  E’ stata una strage di giovani vite, se non morivano di droga morivano di Aids o di altre terribili malattie. Ne ho visti tantissimi.

Padre Carmelo di Giovanni e Madre Teresa di Calcutta

Una bellissima immagine di Padre Carmelo e Madre Teresa di Calcutta

it.Londra: Lei si è speso molto, sempre e per tutti, la sua vita è stata divisa tra poveri, malati, carcerati a cui non ha fatto mai mancare il suo sostegno, ci sono testimoni che dicono si dimenticasse perfino di mangiare.
P. Carmelo: Ho fatto quel che ho potuto…

it.Londra: Ora com’è la situazione dei nostri giovani a Londra ed in particolare a St Peter’s Church?

P. Carmelo: Sono tutti una meraviglia, li vedi che hanno questi volti pieni di luce, di meraviglia, è una gioia per il cuore guardarli. E’ una comunità splendida, punto di riferimento per tutti quelli che arrivano, anche per le stesse istituzioni. Abbiamo fatto molto.
it.Londra: Insomma, quasi quasi meglio che in Italia…
P. Carmelo: Sicuramente tanta gente ha più modo di riscoprire i propri valori lontano da casa, la fede sembra sbocciare meglio. In fondo si ritrova un po’ di noi stessi.
it.Londra: Sente ancora i suoi confratelli che hanno preso il suo posto?
P. Carmelo: Certo! Li sento sempre e non solo loro, sento tante persone che ho seguito, visto crescere e che ora sono sparsi in tutto il mondo!

Qual è il ricordo più bello che porta nel cuore?

P. Carmelo: I tanti ragazzi che ho visto morire in pace dopo una vita fatta di sofferenze. Tante confessioni meravigliose con cui mi hanno testimoniato la loro fede, questo è il mio ricordo più bello.

Ammetto di aver avuto difficoltà a chiudere l’intervista, non posso nemmeno definirla davvero tale, è stata più una chiacchierata tra vecchi amici e la commozione mi ha invaso dopo l’ultima risposta. In questo incontro ho ritrovato la persona e il sacerdote che tutti mi avevano descritto: semplice e disarmante. Qualcuno che capisci subito aver capito tutto e questo le persone lo sentono. Uno così se lo incontri non lo dimentichi, niente prosopopea, niente prediche noiose, il tutto in poche e semplici parole. Gli italiani a Londra sono fortunati ad averlo. Se capitate dalle parti di St Peter’s, entrate, non credo ve ne pentirete, vi sentirete subito a casa. In effetti, ora che ci penso, posso chiudere con le sue parole affettuose:Quando vuoi sono qui“.

Mara Austen Diamanti

Autore: Mara Austen Diamanti

Mara Diamanti, beauty e cosmetic designer, sono nata per viaggiare e scoprire. Amo la Bellezza in ogni dove, le lettere maiuscole perché indicano sempre un nuovo inizio, adoro scrivere, leggere e osservare.
Non convenzionale.
Italiana, vivo a Londra

Intervista a Padre Carmelo, il prete degli italiani a Londra ultima modifica: 2019-04-19T09:00:59+01:00 da Mara Austen Diamanti

Commenti

To Top