itLondra

CURIOSITÀ LONDRA

5 Cose da fare a Londra per un viaggio indimenticabile

5 cose da fare e programmare a Londra

Sfatiamo un mito, non è vero che a Londra piove sempre. Spesso, ma non sempre. Perlomeno non negli ultimi dieci anni, in cui il clima si è notevolmente mitigato. Quindi, tra le 5 cose da fare a Londra se venite in estate, fatene una sesta che fanno tutti gli inglesi: ignoratela. La pioggia intendo. Un Kappa Way e via a godervi questa splendida città, che in questo periodo è più vivibile e meno affollata.

Cervi

5 cose da fare a Londra se non le avete già fatte

La primavera, stagione più bella per visitare L’Inghilterra, quest’anno l’ abbiamo persa. Il lockdown ha sconvolto le nostre vite e tutto ciò che avevamo programmato. Londra (e il Regno Unito in generale) ha pagato uno scotto molto alto alla pandemia. Molti sono i motivi, ma la causa principale sicuramente sono state le misure prese con ritardo rispetto ad altri paesi . Ciononostante, questo non ha tolto nulla al fascino di un viaggio in questa città stupenda, che resta indimenticabile se si sa vivere. Rimanendo attenti quindi alle misure di sicurezza e al buon senso; ecco 5 cose da fare o programmare per tornare a visitare Londra.

Richmond Park

Sembrerebbe scontato iniziare con Richmond Park ma non lo è assolutamente. I parchi londinesi sono un must ma questo parco reale, aperto al pubblico dal 1758 ha una caratteristica significativa: è quasi irreale che esista in una metropoli.

Una riserva naturale

Il parco è un luogo di grande interesse scientifico ed è considerato Riserva Naturale. Contiene numerose aree ricoperte da foreste e da boschi cedui, alcune realizzate grazie al contributo pubblico. Alcuni spaziosi prati sono utilizzati per il pascolo. Esempio di zona boschiva è la Isabella Plantation, con numerose specie botaniche, che fu creata dopo la seconda Guerra Mondiale da un foresta preesistente. Oggi è una delle attrazioni maggiori del parco.

5 cose da fare: vedere i cervi in Richmond Park

Si possono trovare liberi per il parco numerosi cervi e daini. È rifugio naturale anche di scoiattoli, conigli e altri animali selvatici. Si trova in prossimità del sobborgo londinese di Richmond upon Thames, nelle vicinanze di Kingston upon Thames e Wimbledon. Con i suoi 9,55 km² di superficie, è il più esteso parco londinese nonché il più esteso parco urbano recintato d’Europa. L’ingresso principale, Richmond Gate, si trova circa 10 km a sud-ovest del centro di Londra. Altri ingressi sono Sheen Gate, Robin Hood Gate, Coomb Gate, Roehampton Gate e Ham Gate.

Per chi ama l’acqua: Il Regent’s canal

Percorrerlo a piedi è impensabile, anche se avete scarpe comode è meglio godersi la gita di piacere in battello. Vedrete uno spaccato perfetto della varietà di Londra. Ci sono zone costeggiate di grandi fabbriche di inizio 1900 – alcune abbandonate, altre convertite in altre cose – ma anche aree dove sono stati eretti edifici modernissimi. A Little Venice ci sono le stupende houseboats ( che il governo intende incentivare ma di questo parleremo un’altra volta) e un’atmosfera unica. C’è il Camden Lock, ora ci arriviamo.

Notte A Camden

5 Cose da fare a Londra: Camden Town

Camden Town è famosa per l’ampio mercato che si tiene, appunto, nei pressi del Regent’s Canal. Cuore di Londra, dall’atmosfera alternativa è molto frequentata da turisti, adolescenti e punk. I caffè della zona sono molto affollati di giorno, mentre la prospera vita notturna include locali di musica dal vivo all’avanguardia e pub tradizionali come il Jazz Cafe e la Roundhouse, dove si esibiscono artisti di fama internazionale. Ma non è consigliabile andarci di notte. Se di giorno Camden è uno dei posti più cool e adorabili di Londra la notte è meglio non avventurarsi. Per il resto, non perdetevi lo street food e avrete qualcosa da raccontare.

Tra le 5 cose da fare c’è Cyber Dog

Forse questo negozio di Camden è quello che rappresenta l’anima di Londra. Folle, colorato, inverosimile. Troverete abbigliamento cyber, accessori fluo, occhiali caleidoscopici. Iconico ed inverosimile, potete amarlo o odiarlo ma va visto.

Sherlock Holmes

Qualcosa di tranquillo ma ugualmente iconico è la casa del più famoso investigatore del mondo. Creato da Sir Arthur Conan Doyle è diventato talmente parte dell’immaginario collettivo che è difficile pendare che sia immaginario. La sua casa museo al 221B Baker Street, ne è la prova. Nella realtà si trova al n.239.

In affitto dalla signora Hudson

In passato, tra il 1860 e il 1936 la casa, in stile georgiano, attualmente occupata dal museo, è stata, come il “221b Baker Street”, una pensione. Nei libri di Doyle è scritto che Sherlock Holmes, le cui avventure sono proprio ambientate nel periodo tra il 1881 e il 1904, risiedeva in affitto dalla signora Hudson a questo numero. Al primo piano c’è lo studio di Holmes, che affaccia su Baker Street. La stanza è arredata esattamente come è rappresentata nei numerosi film, con le poltrone di faccia al caminetto e molti degli oggetti personali dell’investigatore, quali la lente di ingrandimento, la pipa, il violino, le attrezzature chimiche, il quaderno degli appunti e il famoso copricapo da cacciatore, di cui troverete una copia esatta a Camden Lock. Una chicca finale? Il “suo” Pub. Lo Sherlock Holmes è un pub ispirato alla Londra vittoriana.

il menu è in parte dedicato ai due personaggi letterari

Potrete accompagnare panini con salsiccia e uova, patate dolci al forno, hamburger e tipici arrosti inglesi con la Sherlock House Ale e con la Watson’s Golden Ale, giusto per rimanere in tema. Se volete, quindi, unire l’utile al dilettevole, organizzate una serata Total London. Ecco l’indirizzo che dovete segnarvi in occasione del vostro prossimo viaggio a Londra: 10 Northumberland St, London WC2N 5DB, Regno Unito. E fateci sapere.

5 Cose da fare a Londra per un viaggio indimenticabile ultima modifica: 2020-08-14T09:00:39+01:00 da Mara Austen Diamanti
To Top