CURIOSITÀ STORIA

Boudicca, regina celtica spietata, nemica dei romani!

Boudicca La Regina Boudicca

BoudiccaEra una donna molto alta e dall’aspetto terrificante. Aveva gli occhi feroci e la voce aspra. Le chiome fulve le ricadevano in gran massa sui fianchi. Indossava una collana d’oro e una tunica variopinta. Il tutto era ricoperto da uno spesso mantello fermato da una spilla. Mentre parlava, teneva una lancia che suscitava terrore in chiunque la guardasse”.

Boudicca

Boudicca emerge così dagli scritti di Cassio Dione Cocceiano, ovvero come una donna terribile e sanguinaria, che combatteva come un uomo. La breve parabola di Boudicca inizia nel 33 d. C., quando l’Inghilterra era un’accozzaglia di tribù celtiche. La Regina Boudicca di nobili natali, vede la luce nella tribù degli Iceni, nell’odierna Norfolk, poco a nord di Londra. A circa 17 anni sposa il Re Prasutago, con cui ebbe due figlie.

Boudicca - Boudecca al comando

Quest’ultimo, forse messo sul trono degli Iceni dai Romani come re gradito a Roma, dopo una ribellione della tribù del 47. Secondo consuetudine dei territori occupati Romani, Prasutago avrebbe dovuto nominare erede dei suoi possedimenti l’Imperatore Romano; quell’anno Nerone. Prasutago invece decise di nominare erede sia Nerone sia Boudicca e le figlie. I Romani non accettarono, e s’impossessarono del territorio degli Iceni, umiliando pubblicamente Boudicca.

La civilizzazione britannica

La civilizzazione dell’Inghilterra doveva ancora avvenire e i romani umiliarono la regina per dare un segnale. Boudicca non morì giustiziata, e la clemenza fu un errore. La regina si vendicò in modo terribile, guidando una rivolta contro i legionari presenti in Britannia.

Boudicca - Londinium
Londinium

Mentre i Romani erano impegnati a combattere i Druidi a ovest dell’Inghilterra e nel Galles del Nord; Boudicca radunò gli Iceni, i Trinovanti, i Cornovii, i Durotrigi e altre tribù. Guidò 100.000 Britanni, puntando verso Camulodunum (Colchester), che allora era Capitale della Britannia, dove si trovava un tempio dell’imperatore Claudio. Era quello il ritiro di numerosi soldati, e la regina sanguinaria lo attaccò radendo al suolo la città, e non restò niente dei simboli romani. Tacito, senatore e storico contemporaneo degli eventi, descrive Boudicca come spaventosa e sanguinaria dal suo carro.

Londinium

Tuttavia ai romani non mancava la strategia e anticipando le mosse sconnesse delle tribù, si lasciavano terra bruciata dietro, decisi ad affamare i nemici. Il console Gaio Svetonio Paolino, raggiunse Londinium, anticipando così Boudicca che arrancava con uomini affamati. La regina mosse verso Verulamium (oggi St Albans), un insediamento di notevoli dimensioni.

Boudicca -  Scultura raffigurante la regina

La città cadde sotto i colpi dei britanni, e la regina sterminò tra le settanta e le ottantamila persone. Nerone pensò di ritirare l’esercito dalla Britannia, per via delle città distrutte, sottostimando Gaio Svetonio Paolino. La tattica della terra bruciata aveva davvero affamato i ribelli. Boudicca non voleva cedere, ma cadde nelle West Midlands su una via conosciuta oggi come Watling Street e le legioni annientarono i rivoltosi. I romani sottomisero la Britannia meridionale, dominando l’area da allora per oltre tre secoli, spostando la capitale da Camulodunum a Londinium. Secondo Tacito, la regina si uccise con le figlie.

Boudicca Gaio Svetonio Paolino

Come da costume romano, Boudicca e le figlie non subirono certamente ritorsioni, per questo non appare veritiero che siano state frustate o violentate. Secondo Cassio Dione, la regina fuggì, si ammalò, morì e sarebbe stata sepolta in un sepolcro regale a Stonehenge; o nel Norfolk, terra degli Iceni, oppure a Nord di Londra.

Boudicca - Testuggine militare

Le vicende di Boudicca rimasero a lungo dimenticate. Poi nel XIV sec., riscoperti gli scritti di Tacito, riemersero. In epoca Vittoriana, Alberto di Sassonia commissionò un complesso scultoreo bronzeo della regina con le figlie. La scultura si trova accanto al ponte di Westminster, al centro della stessa città che Boudicca rase al suolo. La regina dai fulvi capelli vide l’inizio del dominio Romano che durerà fino al 410 dopo Cristo, con la civilizzazione dei britanni.

Fonte foto – Twitter

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Boudicca, regina celtica spietata, nemica dei romani! ultima modifica: 2019-09-24T09:00:07+01:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top