Misteri e leggende

L’albergo più infestato da fantasmi al mondo

Langham Hotel immagine di un fantasma

L’importanza del Langham hotel di Londra è dovuta ad alcuni avvenimenti unici accaduti nella struttura. Nelle sue sale, infatti, è nata la tradizione inglese del tè pomeridiano con i biscotti. Inoltre, nel 1879, il suo ingresso fu illuminato dalla luce elettrica per la prima volta, in un momento storico molto precoce. Questi primati, tuttavia, non sono i soli motivi della grande fama della struttura. Il Langham Hotel, infatti, è l’albergo più infestato da fantasmi al mondo.

The most haunted hotel in the world

Situato nel quartiere Marylebone a Langham Place, il Langham hotel fu edificato tra il 1863 e il 1865. Le sue 380 camere, le 15 sale riunioni, oltre a ristoranti e saloni per il tè costarono la bellezza 300.000 sterline, una cifra esorbitante per l’epoca. La struttura fu subito apprezzata dai grandi personaggi della politica mondiale che ci soggiornarono, oltre ad artisti e musicisti. La bellezza dell’albergo dovette anche sembrare ideale allo scrittore Arthur Conan Doyle, che nelle stanze dell’hotel ambientò alcuni capitoli del suo capolavoro, Sherlock Holmes.

Langham Hotel - immagine del Langham Hotel, foto tratta da Wiki

Il Langham Hotel. Fonte: wikipedia

Come accadde per molte strutture alberghiere, il Langham hotel visse un periodo di disgrazia a causa della Seconda Guerra Mondiale dove venne prima danneggiato dalle bombe e poi chiuso. Fu la BBC ad acquistarlo e adibirlo ad una delle sue sedi nel 1965. Oggi l’albergo appartiene alla catena di alberghi Hilton, che lo ha acquistato per 26 milioni di sterline e lo ha rimodernato per renderlo il gioiello a cinque stelle che conosciamo. Probabilmente i dirigenti della nota catena alberghiera erano affascinati dalla storia dell’hotel, ma non escludiamo che essi abbiano approfittato del fascino relativo alle ben 7 storie di fantasmi che lo popolerebbero.

I sette fantasmi dell’hotel

La prima storia relativa ai fantasmi del Langham hotel è quella di un medico suicida che in età vittoriana uccise la moglie, con cui era in luna di miele, e poi si sparò nel mese di ottobre. Nel 1973 un annunciatore della BBC venne svegliato nella notte da una presenza fluorescente apparsa nella stanza. Quando chiese allo spirito, vestito alla maniera vittoriana, cosa volesse, la figura cominciò a galleggiare verso di lui, spingendo il conduttore a fuggire. La figura aveva le gambe che si perdevano nel suolo, poiché in epoca vittoriana i pavimenti erano più bassi e per questo il fantasma continuava a fluttuare nei percorsi seguiti da vivo. Il medico apparve anche ad un altro ospite che, quando per lo spavento gli tirò contro una scarpa, vide l’oggetto passare attraverso il corpo del fantasma.

Langham Hotel - corridoio del Langham Hotel con Fantasma Dawn

Sarebbero ben sette i fantasmi che si aggirano per le stanze dell’albergo. Fonte: Dawn

Non è il medico suicida, però, lo spettro più appariscente del Langham Hotel. Un ragazzo alto e muscoloso, con capelli corti e giacca militare si manifesta spesso agli ospiti dell’albergo. Si tratterebbe di un principe tedesco che si lanciò dalla finestra poco prima dello scoppio del secondo conflitto mondiale. A descriverlo, tra gli altri, sarebbe stato un altro presentatore della BBC, Ray Moore.
Altre due simpatiche figure che si aggirano fra le stanze sono uno strambo maggiordomo, apparso al terzo piano dell’albergo e contraddistinto dai calzini bucati, e il valletto. Quest’ultimo apparve assieme al medico suicida per la prima volta nel 1973. Sarebbe stato lui, infatti, a scoprire la macabra scena della luna di miele del dottore con sua moglie.

La stanza 333

Tra i fantasmi del Langham hotel è famoso anche un dispettoso spettro che si diverte a scuotere il letto delle giovani donne che viaggiano da sole. Il suo intento sarebbe quello di osservarle dormire e non di spaventarle. Ben più inquietante è il fantasma dal volto sfregiato, che presenta un volto mutilato di una guancia, quasi del tutto staccata dal viso. È molto sensibile riguardo al suo aspetto ed è meglio non urlare quando appare al vostro cospetto!
Ultimo spettro, ma non per importanza, sarebbe quello, nientemeno che quello di Napoleone III. Costui fu ospite dell’albergo durante i suoi ultimi giorni di esilio e ne rimase innamorato. Pare che si diverta ad apparire nel seminterrato e negli scantinati, oltre che in alcune stanze destinate agli ospiti.

Langham hotel - immagine di un fantasma

Verità o trovata pubblicitaria?

Il medico suicida, il principe tedesco e lo spirito burlone appaiono soprattutto nella stanza 333 del Langham hotel. Questa stanza è legata alla leggenda del primo spirito, poiché pare che porti sfortuna alle coppie di sposi novelli. Questi ultimi, una volta fatta la conoscenza dello spirito uxoricida, sono destinati, secondo la leggenda a vedere fallire il loro matrimonio 3 anni, 3 mesi e 3 giorni dopo lo strano incontro.
Quanto ci sia di vero in queste storie e quanto invece l’hotel cavalchi l’onda del mistero possiamo solo immaginarlo. Per farvi un’idea potreste prenotare una camera in un soggiorno a Londra, magari ad Halloween!

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

L’albergo più infestato da fantasmi al mondo ultima modifica: 2019-02-19T09:00:15+01:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top