itLondra

Arte e cultura VIVERE A LONDRA

Hampstead Heath: un mix di storia, natura e cultura

Cropped Stradina Di Hampstead Heath.jpg

Hampstead Heath è una delle zone più “inglesi” di Londra, si trova nella zona Nord ed è uno degli spazi verdi più amati della città. Camminando per le strade di questo quartiere si ha come l’impressione di essere in un libro di Jane Austen. Le case in stile vittoriano, i giardini, il parco, ovunque si respira un aria di tranquillità e classe tipiche inglesi. E’ la metà ideale se volete trascorrere una domenica tra natura, tipici pub , case dalle porte colorate e mercatini.

Hampstead Heath e Parliament Hill

Il parco di Hampstead Heath si estende per una superficie di 320 ettari. Pare abbia ispirato le Cronache di Narnia di C.S. Lewis. Non è infatti un parco tradizionale ma la sua caratteristica principale è che è più selvaggio. In questa riserva si possono osservare 180 specie di uccelli, farfalle, pipistrelli e se si è fortunati anche dei cerbiatti. Molto famosi sono anche laghetti, ce ne sono circa trenta. In alcuni di essi nel mesi estivi si può nuotare, sono divisi tra maschili, femminili e misti. Proprio nel cuore del parco si trova Parliament Hill da cui si può ammirare la vista sulla città. La legenda narra che Guy Fawkes aspettasse proprio là di vedere l’esplosione del Parlamento da lui organizzata. Adesso è uno dei punti panoramici più belli di Londra e le persone vanno lì anche per ammirare i giochi d’artificio per la “Bonfire Night” o a Capodanno.

Hampstead Heath -Kenwood House
“IMGP8286” by dvdbramhall is licensed under CC BY-NC-ND 2.0 

Kenwood house e Keats House

A Hampstead si trovano ben 55 luoghi storici, tra questi il più famoso è Kenwood House. Attorno al tredicesimo secolo fu un monastero ma fu successivamente acquistata da William Murray e ristrutturata da Robert Adam. Adesso la villa è di proprietà dello stato inglese ed è aperto al pubblico. All’interno si può visitare la sontuosa libreria e opere artistiche di artisti dal calibro di Gainsborough, Reynolds, Turner e Rembrandt. Altro luogo molto visitato è la villa del poeta Keats che visse ad Hampstead tra il 1818 e il 1820, quando se ne andò a Roma. In questa casa l’artista compose la poesia “La Belle dame sanse merci” e “Ode a un usignolo”. Attualmente ospita un museo in cui sono esposti, tra le altre cose, l’anello di fidanzamento che offrì a Fanny Brawne, conosciuta proprio qui e la copia della sua maschera di morte.

Hampstead tra film, libri e poesia

Hampstead Heath proprio per le sue caratteristiche è stata protagonista di film, quadri, poesie. Tra i film citiamo “Hampstead” del 2017 che ha come protagonista un senza tetto; “Belle” ambientato a Kenwood House sulla storia vera di Dido Elisabeth Belle, vissuta in questo edificio, ma anche una scena del film Notting Hill è stata girata proprio nella villa. Tra le poesie dedicate al quartiere, oltre a quelle di Keats, ci sono “a Hampstead” di Leigh Hunt e “Londra da Hampstead Heath” di William Wordsworth. Anche il pittore John Constable spese i suoi ultimi anni di vita in questa zona di Londra, nonchè uno tra gli scrittori più famosi, Charles Dickens che pare frequentasse i pub della zona regolarmente. Tra il 1934 e il 1935 George Orwell lavorò in una libreria di Hampsted chiamata “Booklovers’ Corner bookshop” (adesso una caffetteria) e abitava proprio al piano di sopra.

Hampstead Heath: un mix di storia, natura e cultura ultima modifica: 2019-12-27T09:00:00+00:00 da Chiara Pizzino
To Top