ARTE Arte e cultura ITALIANI A LONDRA

British Museum: l’antica Italia e la stanza 73

British Museum

Il British Museum

Il British Museum, situato nei pressi della famosa Russel Square, è uno dei musei gratis londinesi più importanti del mondo. Con oltre 8 milioni di oggetti di rara bellezza e rara rilevanza storica, è uno dei più grandi musei di storia mondiale. Le sue esibizioni e mostre infatti ripercorrono le tappe materiali del genere umano dalle più antiche origini ai più contemporanei periodi. Parliamo difatti di un museo nato nel 1753 che ogni anno ospita più di 5 milioni di visitatori. Tranne qualche sporadica mostra temporanea a pagamento, l’ingresso museale è completamente gratuito. I tesori culturali che racchiude sono unici, tant’è che figura tra i 5 più visitati musei al mondo.

British Museum

Reperti egiziani

La nostra Italia nel British Museum e la stanza 73

Mostrare reperti archeologici della storia del genere umano, comporterebbe la presenza di tracce italiane in qualsiasi museo del mondo. Il British Museum inglese non è da meno in questa considerazione. Il suo percorso museale che prevede la storia del genere umano in tutti i continenti, ma che si focalizza geograficamente sull’Europa, esibisce antichissimi reperti italiani. La famosa stanza 73 è la sezione del museo londinese nominata Greeks in Italy.  Come molti sanno, il commercio e la ricerca di materiali da parte dei Greci li condusse a navigare i mari. Questi lunghi e difficili viaggi li portarono alla colonizzazione di molte sponde a cui approdarono. Tra queste vi erano logicamente la Sicilia ed il lato sud dell’Italia.

La Stanza 73 del British Museum esibisce moltissimi reperti proveniente da quella antichissima Italia, nati però dalla dominazione e colonizzazione greca di cui abbiamo accennato. Dunque, oltre ad essere un documento storico del legame tra l’Italia e il mondo ellenico, è anche un’attestazione delle nostre capacità artistiche dell’epoca. Durante quel remoto periodo erano molte le nostre abilità manuali. Difatti vengono esibite sia monete e gioielli sia importantissimi reperti di ceramica. Al British Museum possiamo avvicinarci alle nostre più lontane radici.

Cosa trovare nel British Museum

Definire il British Museum come una location immensa e labirintica potrebbe essere giusto. Effettivamente riuscire a vedere tutto nel dettaglio può richiedere più di qualche ora. Infatti per agevolare i percorsi, il museo è stato suddiviso in 10 macro-sezioni. Ognuna di esse separata poi in particolari mini-sezioni. Sebbene le divisioni essenziali vengano fatte per periodo storico, alcune parti del British Museum seguono la tipologia di oggetti mostrati. La sezione Asiatica può esserne un esempio. Questo museo è comunque un luogo in cui poter trovare tutto della storia. Ma forse la maggior parte di noi si focalizzerebbe sulle sezioni che interessano la nostra terra. Non manco dunque di suggerirvi una visita alla sezione dedicata agli Etruschi e a quella dell’Antica Roma. Ogni tanto bisogna riscoprire le nostre antiche radici anche in un paese così distante dall’Italia.

British Museum

Le antiche statue del museo

Pasquale Scalpellino

Autore: Pasquale Scalpellino

Pasquale Scalpellino nasce a Napoli nel 1992. Da sempre amante di quello che è il panorama scientifico, riesce a scoprire la propria passione per la scrittura e la letteratura a pochi passi dall’essere maggiorenne. Intraprende quindi una carriera da giornalista di cronaca, che lo porterà ad addentrarsi dopo anni in quello che è il mondo del web content, del ghostwriting e della scrittura creativa.

British Museum: l’antica Italia e la stanza 73 ultima modifica: 2018-03-16T10:39:05+00:00 da Pasquale Scalpellino

Commenti

To Top