INTERVISTE ITALIANI A LONDRA

Intervista a Giancarlo Giuliani: Londra è unica… provare per credere!

Giancarlo

Ben trovato sulle pagine di ItLondra, Giancarlo! Presentati ai nostri lettori e parlaci un po’ di te!

Ciao! Sono un musicista professionista, suono il sassofono, ho studiato in Italia rispettivamente nel conservatorio di L’Aquila e quello di Pesaro. Ho 27 anni e sono fidanzato da 9 anni con Arianna, un infermiera che lavora qui a Londra.

Professionalmente sono molto attivo, mi sono esibito in molti teatri italiani, ho anche fatto una tournèe da solista nel 2015 a Malta e un’altra nel 2017 a Pechino in Cina con la Rossini Saxophone Orchestra.

A Pesaro ho studiato nella classe di uno dei migliori sassofonisti al mondo (io credo che sia il migliore) Federico Mondelci.

A dicembre scorso, dopo la mia tesi, spinto dalla voglia di trovare nuovi stimoli professionali e forse anche un po’ di successo ho deciso di trasferirmi nella terra d’Albione.

(Potete trovare altre notizie su di me sul sito www.giancarlogiuliani.com)

Finalmente a Giugno convolerò a nozze con Arianna, ci sposeremo in Italia ma poi continueremo a vivere qui a Londra.

Qual è stato il tuo primo approccio con Londra?

Londra è una città fantastica! Ovviamente il primo approccio è stato turistico, l’ho visitata per la prima volta nel 2015 poi vi sono tornato per altre 2 o 3 volte. Arianna viveva in un’ incantevole città nel sud del Devon chiamata Plymouth, andavo a trovarla per lunghi periodi durante le pause scolastiche.

Da residente credo di essere fortunato, vivo in quartiere tranquillissimo in zona 2 a sud del Tamigi (20 minuti da Victoria), sono vicino ai trasporti pubblici ma stranamente si respira aria di tranquillità e pace.

La prima cosa che mi ha sorpreso passeggiando per le vie del centro è l’immenso numero di locali e teatri che fanno spettacoli dal vivo. In nessuna altro posto che ho visitato c’è qualcosa di simile.

Non posso non chiederti del Brexit: che ne pensi? Favorevole o contraria? Ma soprattutto… tu che vivi in UK… ti aspettavi la vittoria del “Leave”?

Brexit è una strana complicazione, soprattutto per noi italiani. Deteniamo sicuramente il primato di forza lavoro nella ristorazione ma anche nella sanità nell’educazione e nel settore musicale non scherziamo, non solo qui a Londra ma in gran parte del Regno Unito.

A mio avviso se avesse vinto il “Remain” sarebbe stato sicuramente meglio, ma con l’augurio che i nostri mediatori italiani sappiano farsi valere, sono sicuro che sapremo adattarci al meglio.

Nel periodo delle votazioni mi trovavo a Plymouth, purtroppo li si respirava aria di “Leave” ma mai avrei pensato ad una così strana frammentazione del voto popolare.

Un consiglio a giovani che vogliono venire a vivere in Inghilterra? Cosa si devono aspettare? E soprattutto… cosa non si devono aspettare!?

Domanda non facile, vivere all’estero non è facile anche perché qui bisogna contare solo sulle proprie forze. Consiglio vivamente di provare a fare un esperienza qui.

Aspettatevi di trovare un mondo sicuramente diverso, anche dal punto di vista burocratico.

Sicuramente non aspettatevi di sentirvi in Italia, o di trovare subito il lavoro dei vostri sogni qui c’è tanta richiesta ma essendo pieno di persone c’è anche tanta domanda.

Ultima domanda: dove (e come!) ti vedi tra dieci anni?

Spero tornare a vivere in Italia. Se mi trovo qui è anche per acquisire nuove competenze che magari potranno essere utili per il nostro paese. Spero di diventare un po’ più famoso. Se penso al futuro, mi vedo sicuramente felice, con il sassofono in mano e una numerosa famiglia.

Grazie per la disponibilità!

Stefano Labbia

Autore: Stefano Labbia

Stefano Labbia è autore, poeta, sceneggiatore. In libreria con “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni), “Piccole Vite Infelici” (Elison Publishing) e “Bingo Bongo e altre storie” (Il Faggio Edizioni). Prossimamente: “Killer Loop’S (graphic novel – LFA Publisher) e “Vivo!” (PubMe – Collana Il Piacere di Scrivere).

Intervista a Giancarlo Giuliani: Londra è unica… provare per credere! ultima modifica: 2018-05-13T18:15:06+00:00 da Stefano Labbia

Commenti

To Top