Martina Coppolella fashion designer e personal coach a Londra - itLondra

itLondra

Arte e cultura ITALIANI A LONDRA

Martina Coppolella fashion designer e personal coach a Londra

Martina Coppolella - Cartamodello e modelle

Martina Coppolella, abbiamo parlato con lei, fashion designer e personal coach che intende conquistare Londra.

Martina Coppolella

Da quando hai questa passione e che studi hai fatto?

 Sin da bambina ho sempre visto il fashion come un mondo parallelo irraggiungibile, ne ero ammaliata, stregata. Ho sempre percepito la moda come strumento di comunicazione per trasmettere alle persone un messaggio, mostrare chi si è veramente o ciò che si vorrebbe essere. Dunque non posso negare che questa forma d’arte di così forte impatto mi ha seguito fino dall’infanzia permettendo di esprimere me stessa.

Martina Coppolella - la stilista

Posso dividere la mia formazione in tre fasi. Sono partita dal liceo artistico “Paolo Toschi” di Parma dove mi sono specializzata in arti figurative e in fotografia. Poi ho fatto apprendistato all’Atelier “Asa Tirane”; potendo entrare in contatto con  il mondo della haute couture e l’arte del tailor-made. Formativo è stato anche studiare all’Istituto di “Moda Burgo” come fashion designer dove ho imparato  le basi del mondo della moda“.

Da dove trae origine tutto?

Non c’è un vero e proprio inizio ma una serie d’eventi che mi hanno portata a coltivare una passione, trasformatasi in obiettivo. A tre anni sfilavo già all’asilo per mostrare i miei gioielli di plastica, la coroncina e a sei anni ho addirittura pianto poiché desideravo un abito da favola per Carnevale. Ma era davvero costoso! Forse è stato quel giorno che mi sono ripromessa di creare degli abiti da sola quando sarei cresciuta. Al riguardo, già a nove anni, fantasiosa, dopo essere rimasta ore a contemplare un disegno di mia madre di una ragazza, ho ideato una storia su lei e l’abito che indossava.

schema - Schema di lavoro

Non ho fatto che disegnare, creare. Più avanti, dai disegni volevo estrapolare abiti; per non parlare poi della magia degli strati di tulle di cui era formato l’abito di Lily James nel ruolo di Cenerentola, che mi rapivano“.

Come personal coach nel settore moda quale è il tuo cliente tipo e perché proprio Londra?

Il cliente tipo è semplicemente colui che riesce a fidarsi, ad aprirsi comunicandomi l’obiettivo che vuole raggiungere per realizzare l’immagine ideale che ha di sé. Londra poi è una città eclettica, multiculturale, in continuo movimento; una musa per gli artisti. Non escludo che in futuro vorrei vivere tutte le capitali della moda ma Londra è così energica. Inoltre tailor-made è l’approccio da me utilizzato quotidianamente per qualsiasi tipo di mio lavoro.

Martina Coppolella - Gonna da cartamodello
Martina Coppolella

Si tratta di comprendere chi ho davanti, interpretare ciò che vuole e aiutare la persona al raggiungimento dei suoi obiettivi attraverso un percorso su misura. Dedico molto tempo alla cliente, alla sua personalità; per comprendere cosa sta cercando, che immagine vuole. Che si tratti di creare un abito, dare lezioni private o un consiglio di moda, devo entrare in una relazione vera e profonda con la persona che mi trovo davanti prima di aiutarla a realizzare il suo obiettivo”.

T’ispiri a qualcuno in particolare? Hai un mito?

La mia folgorazione è il mondo che mi circonda. Che si tratti di uno scorcio di Londra, di una coppia che si bacia; di una foglia che cade o della risata di un bambino, ciò che considero ‘bello’ mi ispira. Potrei fare un elenco di stilisti che ammiro, ma l’unico mito che ho è una ragazza che non fa più parte della mia vita ma che mi ha ispirata molto.

natura - La coppolella con orologio da polso

E poi l’arte ovviamente è un linguaggio, con cui trasmettere un messaggio, delle  emozioni. Non nascondo che l’amore soprattutto verso l’arte italiana è fondamentale. Nel corso dei secoli, è sempre stata all’avanguardia, rivoluzionaria e di grande impatto per la globalità”.

Tre consigli di moda base per le donne? Un sogno? Dove ti vedi tra dieci anni?

Sii la versione migliore di te stessa e non la copia di qualcun altro. Crea il tuo equilibrio tra ciò che è ordinario e ciò che è atipico. Infine non aver paura di andare fuori dagli schemi; sperimenta ed osa senza pregiudizi. Dopotutto sono una sognatrice esagerata e per scaramanzia non confesso il mio sogno. Tra dieci anni vedo la Martina che vorrei essere oggi; una Martina che è stata in grado di combattere per i suoi sogni. Sono una che si rialza ogni volta che cade; capace di accettarsi ed amarsi. Una Martina senza paure, con tanta voglia di crescere; sempre pronta ad iniziare nuovi capitoli della sua vita”.

Martina Coppolella fashion designer e personal coach a Londra ultima modifica: 2022-04-11T08:31:48+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Interessante!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x