INTERVISTE ITALIANI A LONDRA

Intervista ad Annalisa Del Carro

Annalisa Del Carro

Ben trovata sulle pagine de itLondra, Annalisa! Presentati ai nostri lettori e parlaci un pò di te!

Ciao! Mi chiamo Annalisa e vivo da 11 anni a Londra. Sono sposata con un ragazzo indiano nato qui e abbiamo una bimba di un anno e un cagnolino. Lavoro come Head of PR & Communications e ho appena lanciato il mio sito, Mamma Digitale, in cui scrivo in inglese come fare per guadagnare online e in cui scrivo in italiano informazioni utili a tutte le mamme che abitano in Inghilterra.

Com’è essere mamma a Londra? In base alle esperienze raccolte su Mamma Digitale quali differenze sostanziali riscontri tra vivere la maternità in Italia e in Uk?

Fare la mamma a Londra è alquanto interessante! Io sono impiegata dall’azienda Appy Food & Drinks che si occupa di prodotti salutari per le famiglie. Mi danno l’opportunità di lavorare da casa e andare in ufficio quando riesco (circa 1 o 2 volte a settimana). In questo modo posso accudire anche la mia bambina. Qui la maternità è molto più flessibile, ovviamente i risultati lavorativi si devono sempre vedere…
Il mio sito mammadigitale.com avrà una sezione chiamata “Vita da mamma” in cui farò interviste ad altre mamme che vivono qui. Il punto è proprio quello di condividere esperienze ed informazioni utili che non si trovano da nessuna parte!

Annalisa - London Eye a South Bank

London Eye a South Bank

Brexit: secondo te dobbiamo temerla o no? Qual è la tua opinione in merito?

Diciamo che nemmeno loro sanno cosa accadrà, quindi si, è meglio stare attenti…
Io non ho ancora fatto il passaporto inglese per una questione di principio. Vorrei tenere unicamente la mia nazionalità italiana: al momento ho solo la permanent resident card e spero di non dover aver bisogno del passaporto inglese.
Nel frattempo però ho fatto il passaporto italiano a mia figlia (o meglio, ci sto provando visto i problemi che ci sono con il consolato non sono ancora riuscita ad averne notizie nonostante mia figlia abbia più di un anno). Sto anche facendo i documenti a mio marito per poter acquisire la cittadinanza italiana. Insomma, meglio prevedere tutte le opzioni!

Annalisa Del Carro

La verità (tutta la verità!) sul mondo del lavoro inglese: anche qui per esperienza diretta o indiretta dato che c’è molta confusione al riguardo… molti lamentano affitti carissimi a fronte di orari di lavoro pesanti. Altri – e forse dipende anche dalla categoria, piuttosto che dalla fortuna – si trovano a loro agio nel mondo del british job. Dici che la verità sta nel mezzo?

Lavoro qui da ben 11 anni e ho avuto per 7 anni la mia agenzia creativa (che ho venduto 3 anni fa), quindi posso dire questo: purtroppo molti italiani vengono qui pensando che tutto gli sia dovuto… impiegavo grafici e tutti pensavano che essendo della mia stessa nazionalità si sentivano di poter fare come gli pareva (esempio: arrivare tardi senza chiedere scusa, uscire prima senza permesso, avere del lavoro anche senza sapere cosa fare ecc. – tutti i giorni!). Ho quindi deciso di evitarli… lo so che non è una cosa bella però purtroppo dovevo supportare i miei interessi e non i miei connazionali che intendevano solo farsi i comodi loro!
Molti arrivano senza sapere le basi dell’inglese e pretendono di avere il lavoro (e lo stipendio più alto!) di quello che facevano in Italia. La verità è dunque amara: bisogna “sbattersi” di più qui. E’ anche vero che il sistema lavorativo inglese è migliore poichè se sei bravo ti promuovono subito. Spetta alla persona ‘muoversi’ e spingersi a fare cose che in Italia nemmeno ci si sogna. A Londra è tutto possibile.

Che consiglio daresti ad una neo mamma che per lavoro, amore o altra esigenza vuole venire a vivere in Inghilterra? Cosa si deve aspettare e cosa assolutamente no?

Il governo qui ti da una mano con dei child benefits e altre agevolazioni. Dall’altro lato bisogna saper l’inglese per poter lavorare qui… Ci sono un sacco di opportunità per mamme per lavorare da casa, ma consiglio di uscire ed incontrare altre persone, immergendosi nella cultura (che è completamente diversa dalla nostra!). E naturalmente consiglio di seguire il mio sito mammadigitale.com perché svelerò tra le altre cose anche modalità per vivere (o sopravvivere) in UK!

Annalisa - London Eye a South Bank

London Eye a South Bank

Domanda di routine: Dove (e come!) ti vedi tra dieci anni?

Molto probabilmente non in Inghilterra. Vorrei andare a vivere in un paese caldo, tipo la Spagna. Mi occuperò sempre di comunicazione e PR e riaprirò un’altra agenzia!

Grazie per la disponibilità!

Grazie a voi per l’opportunità!

Stefano Labbia

Autore: Stefano Labbia

Stefano Labbia è autore, poeta, sceneggiatore. In libreria con “I Giardini Incantati” (Talos Edizioni), “Piccole Vite Infelici” (Elison Publishing) e “Bingo Bongo e altre storie” (Il Faggio Edizioni). Prossimamente: “Killer Loop’S (graphic novel – LFA Publisher) e “Vivo!” (PubMe – Collana Il Piacere di Scrivere).

Intervista ad Annalisa Del Carro ultima modifica: 2018-11-07T09:00:23+00:00 da Stefano Labbia

Commenti

To Top