Arte e cultura CIBO

Cuciniamo italiano: La pasta fatta a mano

la pasta fatta a mano

La pasta fatta a mano è  simbolo di italianità come hamburger e patatine sono simbolo degli USA.

La pasta fatta a mano, specialmente la Domenica, sono uno di quei riti familiari che mancano di più a chi vive all’estero.

In ogni famiglia italiana, per tradizione c’è qualcuno come la mamma, specializzato in questa eccellenza culinaria, o la nonna per chi ha ancora la fortuna di averla,  ma anche gli uomini come padri o fratelli si dedicano volentieri.

La pasta fatta a mano per noi italiani è facile, come per gli africani il ballo e la musica soul. Ce l’abbiamo nel DNA, basta tirare fuori dal cassettino della memoria i gesti antichi che abbiamo sempre visto fare  sin da piccoli.

La base della pasta italiana è la pasta sfoglia fresca, imparata questa preparazione si è già a metà dell’opera!

Con la pasta fresca fatta in casa si fanno tagliatelle, fettuccine, lasagne e tortellini. Il resto delle variazioni sono regionali , basta pensare che nell’Italia dei campanili è sufficiente guardare all’Emilia romagna,  per capire le differenze sostanziali tra le stesse regioni, accorpate geograficamente ma molto diverse culturalmente .

Ricetta base per creare con la pasta sfoglia fresca per fettuccine, tagliatelle o pappardelle.  

Per la pasta fatta a mano per 4 persone occorrono:  4 tuorli d’uovo e 400 gr. di farina “0”.

Mettete al centro della spianatoia la farina e fate una piccola piramide, create poi al centro un piccolo spazio dove mettere i tuorli, io aggiungo un albume per rendere più morbido l’impasto.

Pasta fatta a mano

Pasta fatta a mano

Prima di iniziare a impastare, aggiungete un pizzico di sale alle uova,  poi con la forchetta iniziate a sbatterle come fate per la frittata, mentre girate integrate mano a mano la farina fino ad ottenere un unico impasto, poi iniziate a lavorarlo con le mano fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Se necessario regolate l’impasto aggiungendo un po’ d’acqua. Per sapere se è pronta, tagliate in due l’impasto e se all’interno è omogeneo vuol dire che è pronto.

Dividete l’impasto per facilità in due parti e con il matterello iniziate a stendere la sfoglia, se avete la macchinetta tutto diventerà ancora più semplice. Un bicchiere di vino rosso se il ragù sarà di carne o bianco se il ragù sarà di pesce, e la tradizione è servita.

 

 

Mara Austen Diamanti

Autore: Mara Austen Diamanti

Mara, la bellezza è il mio lavoro. “Gocce di Rossetto” è il mio blog personale, sono di Terni, la città di San Valentino, il patrono degli innamorati, è un po’ come Verona ma meno famosa. Sono nata per viaggiare e scoprire. Amo la bellezza in ogni dove, le lettere maiuscole perché indicano sempre un nuovo inizio, adoro scrivere, leggere e osservare. Non convenzionale. Italiana, vivo a Londra.

Cuciniamo italiano: La pasta fatta a mano ultima modifica: 2018-04-23T10:58:58+00:00 da Mara Austen Diamanti

Commenti

To Top