itLondra

ITALIANI A LONDRA NEWS STORIE

Carlo Acutis proclamato beato da Papa Francesco

Carlo Acutis Beato

Nato a Londra il 3 Maggio 1991 Carlo Acutis, il 10 Ottobre 2020 è stato proclamato beato, da Papa Francesco. Il giovane mistico, è il primo millenial innalzato agli altari, ora il suo corpo riposa nel Santuario della Spogliazione di Assisi.

Da Londra ad Assisi

Sneakers ai piedi, felpa, jeans e un sorriso luminoso come tanti ragazzi che ci capita di vedere in giro all’uscita delle scuole. Carlo, però nei racconti dei genitori e soprattutto di sua madre, è un ragazzo che dimostra sin da piccolo tanto amore verso Gesù e i sacramenti.

Carlo Acutis Foto Agi

Carlo, morto a 15 anni per una leucemia fulminante

Chi era Carlo Acutis? Lo racconta la mamma

Antonia si era accorta presto di avere un figlio un po’ speciale: «Il primo peluche che gli regalai, dopo la nascita il 3 maggio 1991 a Londra, era un agnellino. E la torta per il Battesimo, celebrato il 18 maggio, la scelsi a forma di agnello. Ripensandoci dopo, lo rappresentavano: lui si è offerto, aveva fatto sua la spiritualità eucaristica». La mamma ricorda che «sin da piccolino, a tre anni, manifestò il suo amore per Gesù e mi chiedeva di entrare in chiesa per salutarlo; voleva portare i fiori alla Madonna. Io mi sono riavvicinata alla fede grazie a lui e ho cominciato a frequentare corsi di teologia.

Antonia Sanzano la mamma di Carlo Acutis

La mamma di Carlo in una intervista a Rai 1

La prima comunione a Milano

A Milano un sacerdote anziano, devoto come noi alla Madonna di Pompei, mi chiese di sostituire nella sua parrocchia una suora catechista della prima Comunione che si era dovuta assentare. Chiesi di poter portare con me mio figlio, che aveva sei anni. Dopo un anno il prete lo trovò talmente maturo nella fede da concedergli di poter fare la prima Comunione in anticipo nel monastero delle Romite ambrosiane. Quel giorno, mentre andavamo alla celebrazione, un pastore attraversò la strada con un agnellino in braccio». (da un’intervista a Famiglia Cristiana)

L’autostrada per il cielo di Carlo Acutis: l’Eucarestia

Carlo aveva una devozione speciale per L’Eucarestia che definiva “L’Austostrada per il cielo” ed oltre agli interessi normali di un adolescente, si adoperava anche per aiutare gli ultimi. Tra le sue passioni c’era l’informatica per la quale mostrava un grande talento, e della quale si serviva per testimoniare la fede attraverso la realizzazione di siti web, per questo motivo viene indicato come possibile futuro patrono di internet.

“Tutti nasciamo come originali ma molti muoiono come fotocopie”

Era una delle riflessioni di Carlo. Un carisma eccezionale per una ragazzo di 15 anni, grazie al suo esempio anche il domestico di casa Acutis, un induista di casta sacerdotale bramina, decise di chiedere il battesimo. In ospedale, posto di fronte alla morte, nella tenerezza dei suoi 15 anni, Carlo disse: «Offro tutte le sofferenze che dovrò patire al Signore, per il Papa e per la Chiesa, per non fare il purgatorio e andare dritto in paradiso». Scrisse un giorno questa frase: «Tutti nasciamo come degli originali, ma molti muoiono come fotocopie». Non è il suo caso.

Il primo miracolo di Carlo Acutis

Il primo miracolo attribuito a Carlo riguarda il caso di un bambino brasiliano di sei anni, con una grave malformazione al pancreas. Il 12 ottobre 2010, nella chiesa brasiliana di San Sebastiano, era in corso la benedizione con una reliquia di Carlo Acutis, molto conosciuto già allora. Matheus, a causa della sua malattia, rimetteva sia gli alimenti solidi che le bevande e il deperimento organico conseguente faceva temere per la sua vita. Quando fu il suo turno di toccare la reliquia chiese la grazia di non rimettere più: da quel momento il fenomeno cessò. Nel febbraio 2011, il bambino sottoposto a una serie di esami, e risultò che la malattia era scomparsa e il suo pancreas era tornato normale. La guarigione “istantanea, completa e duratura” è stata ritenuta inspiegabile alla luce delle attuali conoscenze mediche.

La fama di Carlo Acutis nel mondo

200 siti e blog in tutto il mondo che parlano di lui. Monsignor Apeciti responsabile dell’ufficio delle cause dei santi di Milano dice: «La sua fama di santità è esplosa a livello mondiale, in modo misterioso. Come se Qualcuno, con la “Q” maiuscola, volesse farlo conoscere. Attorno alla sua vita è successo qualcosa di grande, di fronte a cui mi inchino».

Carlo Acutis proclamato beato da Papa Francesco ultima modifica: 2020-10-13T09:46:30+01:00 da Mara Austen Diamanti
To Top